News Detail

Quanto Costa Rilevare un BAR Caffetteria

Quanto Costa Rilevare un BAR Caffetteria

quanto vale e come acquistare un bar caffetteria

Come Aprire un Bar e mettersi in Proprio:

Gli “Esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande” più comunemente chiamati BAR non sono più soggetti al rilascio di licenza commerciale da parte dei Comuni. Naturalmente il locale che ospiterà l’attività di BAR dovrà avere determinati requisiti previsti dal regolamento edilizio Comunale ed in particolare una categoria catastale C1 (commerciale) e un certificato di agibilità valido.
Il Percorso di Apertura di un Nuova BAR in 5 punti
  1. Avere la Disponibilità di un Locale adeguato
  2. Aprire la Partita IVA e la posizione assicurativa ed INPS;
  3. Invio al Comune della SCIA (segnalazione Certificata di Inizio Attività)
  4. Iscrizione della Ditta presso la Camera di Commercio
  5. Ottenere il Nulla Osta da parte dell’ASL
Alcuni Dati Statistici sui BAR Italiani.
In Italia i Bar attivi sono 149.000 e mediamente consumano 1,2 Kg di caffè al giorno per un totale di circa 171 tazzine di espresso giornaliere. Un espresso consumato al bar costa mediamente 90 centesimi di euro e genera circa 153 euro di incasso al giorno, il fatturato generato dall’espresso incide nel caso dei Bar Caffetterie Tradizionali mediamente per il 45% sul totale, si desume che il fatturato giornaliero di un tipico bar italiano è di 357 euro. Naturalmente il Fatturato di un BAR dipende da molte variabili, il costo dello scontrino medio ad esempio è di circa 3,50 euro, così come indicato dal FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), mentre la colazione media consumata al BAR costa circa 2,20 euro, un aperitivo mediamente costa 5,00 euro, a seconda del tipo di BAR, della sua connotazione commerciale, del suo orario di apertura, il fatturato giornaliero può variare sensibilmente.
Dai dati raccolti dall’Agenzia delle Entrate risulta che prevalentemente chi apre un BAR sceglie di operare come Ditta Individuale per avere costi di gestione più bassi e una semplificazione delle scritture contabili, infatti questa è la scelta del 61% delle persone, mediamente in un bar sono impiegati da 1 a due addetti e la dimensione media interna dei locali e di circa 44MQ.
Quanto Costa Rilevare un BAR ?
Orientativamente il costo di un BAR dovrebbe essere la somma di alcuni valori attribuiti alle attrezzature presenti nel locale, alle merci a disposizione, agli arredi, ai depositi in denaro già versati e all’avviamento commerciale. Sicuramente l’avviamento commerciale è il costo più difficile da valutare, esso è un bene immateriale dell’azienda ed è quello che permette a chi rileva un bar di poter fatturare maggiormente rispetto a chi apre una nuova attività. Il valore dell’avviamento è infatti determinato dalla notorietà del bar dalla sua posizione dalla riconosciuta qualità del suo servizio dalla fidelizzazione della clientela dal rapporto consolidato con i fornitori dal Brand riconoscibile e dall’Insegna e da altri valori che sono frutto dell’esperienza e dall’attività pluriennale. L’Agenzia delle Entrate attribuisce all’Avviamento un valore medio di circa 3 volte il Reddito Medio degli ultimi 3 anni risultante dalla documentazione fiscale del BAR. Pertanto volendo fare un esempio su di un ipotetico BAR che incassa 100.000 euro in un anno e ha un rendimento medio del 20% avrà  un avviamento di circa 60.000 euro a questo valore bisogna aggiungere attrezzature e merci arrivando pertanto ad un valore di cessione che può oscillare tra 80% e il 150% del Fatturato Annuo Medio dei tre anni precedenti.

Related Posts

Confrontare

Enter your keyword