Guida Facile all’Investimento Immobiliare a Formia

Con la discesa dei tassi di rendimento dei Titoli di Stato e dei tassi d’interesse dei Mutui bancari diventa sempre più conveniente investire in immobili.

Circa il 17% degli acquisti immobiliari residenziali ha finalità d’investimento, quasi 2 case su 10 vengono acquistate per poi essere messe in affitto per ricavarne un reddito mensile.

Nel peggiore dei casi la rendita immobiliare è circa sei volte quella ricavabile dai titoli di Stato decennali.

Arrotondare lo stipendio o la pensione con quello che si ricava da un investimento immobiliare sta diventando sempre più frequente.

Il Rendimento Annuo di un Investimento Immobiliare

Mediamente il rendimento annuo lordo di un proprietà immobiliare residenziale si attesta intorno al 5% , nel terzo trimestre del 2020 il sito immobiliare Idealista.it ha rilevato un aumento generale del tasso di rendimento medio che è arrivato a circa il 7% .

Farsi finanziare l’Investimento Immobiliare

Con il Mutuo la Casa può ripagarsi da sola, considerando che oggi i mutui hanno tassi d’interesse molto bassi risulta conveniente investire in immobili facendosi finanziare in tutto o in parte il costo dell’acquisto.

La rata di mutuo in alcuni casi può essere pari o più bassa del reddito mensile percepibile dall’investimento immobiliare.

Il 50% delle compravendite immobiliari viene effettuata con l’ausilio di un finanziamento bancario, circa il 70% dei mutui non superano i 150.000 euro e l’importo medio erogato attualmente è di 139.000 euro.

Le opportunità d’investimento presenti sul mercato

I prezzi delle case non sono mai stati così bassi, ci sono tante abitazioni sul mercato alcune anche all’asta.

Generalmente si rileva un aumento della fiducia nel Real Estate e una maggiore propensione all’investimento a lungo termine, investire in immobili oggi significa potersi assicurare un bene rivalutabile nel breve termine e capace di produrre un reddito interessante.

La tipologia di casa più cercata da chi vuole acquistare per investimento è il trilocale a seguire le abitazioni indipendenti o semi-indipendenti.

Come Calcolare il Rendimento dell’Investimento Immobiliare

Per investire in immobili è fondamentale prevedere quale sarà il ritorno dell’investimento, molto spesso le persone tendono a considerare tanti aspetti della casa che sono poco importanti per la redditività.

La posizione della casa è sicuramente uno dei principali fattori da valutare, ogni città ha quartieri che si differenziano tra loro per i valori immobiliari di vendita e di affitto.

L’obiettivo principale per un investitore immobiliare è quello di acquistare una casa ad un prezzo più basso di quello mediamente praticato sul mercato e di poterla affittare con un rendimento superiore al 5%, che è il tasso medio di rendimento di un’abitazione in Italia.

Il tasso di rendimento lordo di un investimento immobiliare non dovrebbe essere inferiore all’8%, solo così è possibile coprire i costi di gestione di una casa e la tassazione ricadente sulla proprietà e sul reddito e ricavarne un utile.

Il rendimento immobiliare lordo si calcola utilizzando questa formula:
Rendimento Lordo= Affitto Annuo Percepibile / (Costo di Acquisto+ Costo Ristrutturazione) x 100
Quindi se compri una casa a 100.000 euro e la ristrutturi con un costo di 50.000 euro e successivamente la metti in affitto ricavandone 6000 euro all’anno il tuo rendimento sarà ricavato dal rapporto 6.000/150.000*100 ovvero il 4%, in questo caso non avrai fatto un buon investimento perché il tuo tasso di rendimento è inferiore a quello medio ricavabile in Italia.

Conosce il possibile rendimento immobiliare ti permette invece di capire a quale prezzo conviene comprare la casa, invertendo il ragionamento fatto prima se sai che da quella casa puoi ricavare un affitto di 6.000 euro all’anno e vuoi un rendimento dell’otto percento troverai a quale prezzo massimo dovrai acquistare la casa, Valore di Acquisto= Canone Annuo/Rendimento Cercato , 6.000/0,08= 75.000 euro.

Questo esempio ci porta al risultato che l’acquisto della casa a 100.000 euro con un costo aggiuntivo di ristrutturazione di 50.000 euro è un pessimo investimento immobiliare perché il rendimento è più basso del rendimento medio e molto al di sotto del rendimento cercato.

Business Plan per l’Investimento Immobiliare

Il Business Plan è una analisi dei costi a cui si va incontro per affrontare l’investimento immobiliare e la previsione del reddito percepibile successivamente all’acquisto, anche se l’80% delle famiglie italiane è proprietaria di casa e quindi si potrebbe pensare di avere una familiarità nella compravendita immobiliare, la realtà è ben diversa, l’investimento immobiliare è un’attività imprenditoriale non priva di rischi e quindi va valutata attentamente magari facendosi consigliare da un consulente esperto.

Il Business Plan è un piano complesso che analizza diversi aspetti dell’investimento immobiliare anche se la parte più importante e fondamentale per poter trasformare un acquisto immobiliare in una fonte di reddito e la valutazione economica finanziaria, cioè la stima dettagliata del rapporto costi-benefici.

In sintesi il Business Plan di un Investimento Immobiliare dovrebbe riportare i seguenti costi:

  • Costo della Casa
  • Spese per l’Agenzia Immobiliare
  • Costi Notarili
  • Imposte di Acquisto
  • Costo di Ristrutturazione
  • Interessi e costi accessori Mutuo
  • Costi di Gestione della Casa
  • IMU

Chiedici un Consulenza Gratuita su come fare un Buon Investimento Immobiliare a Formia

    Partecipa alla discussione

    Confronta gli annunci

    Confrontare